Nella sezione "Amministrazione Trasparente" sono pubblicati i dati e le informazioni previste dal Decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni".

Responsabile della prevenzione della corruzione precedente: Consigliere segretario Dr. Paolo Viozzi (Delibera del Consiglio Direttivo 13 maggio 2013, fino al 23 gennaio  2017):  pdf Atto di nomina RPC e RT Viozzi Paolo 13 05 2013 (578 KB)

Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza attuale: Consigliere Dr. Sandro Vasina (Delibera del Consiglio Direttivo del 23 gennaio 2017):  pdf Atto di nomina RPCT Vasina Sandro 23 01 2017 (675 KB)

Atto di nomina RPCT Vasina Sandro 23 01 2017

Cos'è Amministrazione Trasparente?
Il principio della trasparenza, inteso come «accessibilità totale» alle informazioni che riguardano l'organizzazione e l'attività delle pubbliche amministrazioni, è stato affermato con decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33. Obiettivo della norma è quello di favorire un controllo diffuso da parte del cittadino sull'operato delle istituzioni e sull'utilizzo delle risorse pubbliche.

In particolare, la pubblicazione dei dati in possesso delle pubbliche amministrazioni intende incentivare la partecipazione dei cittadini per i seguenti scopi:

  • assicurare la conoscenza dei servizi resi, le caratteristiche quantitative e qualitative, nonché le modalità di erogazione;
  • prevenire fenomeni corruttivi e promuovere l’integrità;
  • sottoporre al controllo diffuso ogni fase del ciclo di gestione della performance per consentirne il miglioramento.

ATTENZIONE: la pagina è in manutenzione. A seguito dell'istituzione, a settembre 2020 del nuovo portale web istituzionale dell'Ordine, la documentazione pubblicata nella sezione AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE DAL 2014 IN POI sarà in chiaro a breve

 

I dati personali pubblicati in questa sezione sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla normativa vigente sul riuso dei dati pubblici (direttiva comunitaria 2003/98/CE e d. lgs. 36/2006 di recepimento della stessa), in termini compatibili con gli scopi per i quali sono stati raccolti e registrati, e nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali